La Legge di Bilancio 2018 consentira' all'Agenzia delle Entrate di incrementare a circa 1000 il numero di nuove assunzioni.

La Legge di Bilancio 2018 consentira’ all’Agenzia delle Entrate di incrementare a circa 1000 il numero di nuove assunzioni.

La legge di bilancio 2018 ha sbloccato risorse aggiuntive che consentiranno all’Agenzia delle Entrate di incrementare il numero di nuove assunzioni. Adesso si prevedono circa 1000 nuove assunzioni. Di seguito provo a rispondere alle domande che mi sono state formulate negli ultimi giorni.

QUANDO SARÀ BANDITO IL NUOVO CONCORSO?
Ormai è questione di pochi mesi, o di alcune settimane: il bando potrebbe essere pubblicato verso marzo o aprile considerando che la prima autorizzazione ad assumere ottenuta dall’Agenzia risale a più di un anno fa (riporto nei primi commenti a questo articolo gli screenshot presi dai documenti ufficiali, in modo che possiate rendervi conto dello stato dell’arte), considerando che alcune criticità pendenti sembrano risolte, e considerando anche la necessità di nuove assunzioni per sostituire i dipendenti che andranno in pensione nei prossimi mesi.

______________

QUALI PROFILI SARANNO ASSUNTI?
I funzionari amministrativo-tributari: per partecipare al concorso, nei precedenti bandi hanno richiesto il possesso della laurea triennale in scienze giuridiche, o scienze politiche, o economia, o lauree equipollenti alle precedenti, o i corrispondenti titoli di laurea magistrale o specialistica.

______________

È RICHIESTO IL B2 DI INGLESE PER PARTECIPARE AL CONCORSO?
Nei precedenti bandi non è mai stata chiesta la certificazione delle conoscenze linguistiche, ma il livello di inglese è stato oggetto di verifica nella prova orale.

______________

QUANTE PERSONE SARANNO ASSUNTE?
L’Agenzia ha ottenuto 3 provvedimenti che le consentono di procedere con nuove assunzioni:
– DPCM 1.12.2016 –> autorizza 465 nuove assunzioni
ae.doc.1
– DPCM 10.10.2017 –> autorizza 212 nuove assunzioni
ae.doc.2
– legge di bilancio 2018 –> a regime consente di implementare la spesa per le assunzioni di 15.000.000 di euro annui. Considerando il costo di un funzionario (di circa 50.000 euro annui), si può supporre un ulteriore contingente di 300 assunzioni.

______________

COME SI SVOLGERÀ IL CONCORSO?
Il nuovo concorso seguirà un modello del tutto analogo all’ultimo celebrato (il concorso per l’assunzione di 892 funzionari, svolto nel 2015): in caso di modifiche sarà mia premura avvisarvi per tempo. Quindi due prove scritte, il tirocinio e la prova orale.

______________

IN COSA CONSISTE LA PRIMA PROVA SCRITTA?
La prima prova scritta, la prova oggettiva attitudinale, consiste in quiz di logica. Nel 2015 furono somministrate 50 domande, ciascuna con 3 opzioni di risposta, a cui bisognava rispondere in 40 minuti. ATTENZIONE: non fu fornita una banca dati!

______________

IN COSA CONSISTE LA SECONDA PROVA SCRITTA?
La seconda prova scritta, la prova oggettiva tecnico-professionale, consiste in quiz di diritto tributario, diritto civile e commerciale, diritto amministrativo, elementi di diritto penale, contabilità aziendale, organizzazione e gestione aziendale, scienza delle finanze e elementi di statistica. Nel 2015 furono somministrate 80 domande, ciascuna con 3 opzioni di risposta.

______________

IN COSA CONSISTE IL TIROCINIO?
Il tirocinio teorico-pratico, della durata di 6 mesi (36 ore settimanali) e retribuito, si svolge presso gli uffici dell’Agenzia ed è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro, sulla base di metodologie e criteri predeterminati dall’Agenzia, l’abilità del candidato ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi, nonché i comportamenti organizzativi.

______________

IN COSA CONSISTE LA PROVA ORALE?
La prova orale serve a valutare la preparazione professionale, le attitudini e le motivazioni dei candidati. Essa verte su diritto tributario, contabilità aziendale, diritto civile e commerciale. Durante la prova orale si procede anche all’accertamento della conoscenza degli elementi di informatica e della lingua straniera scelta dai candidati.

______________

VERRANNO PUBBLICATE DELLE BANCHE DATI DI QUIZ?
L’Agenzia delle Entrate in passato non ha mai pubblicato banche dati di quiz.

______________

I QUIZ SARANNO INEDITI?
È previsto che la società che gestirà la prima prova scritta somministri quiz inediti ai candidati: in questi casi non basta possedere delle buone capacità di memorizzazione, ma bisogna saperli risolvere celermente i quiz!

______________

VORREI INIZIARE A PREPARARMI. DA DOVE INIZIO A STUDIARE?
Intanto ti conviene iniziare a studiare sia gli argomenti della prima prova (quella di logica), sia argomenti della seconda prova che contempla materie decisamente impegnative. Come volume di studio per la prima prova, in attesa che vengano pubblicati volumi aggiornati, può andar bene iniziare a studiare dai volumi del precedente concorso (ad esempio:
https://www.amazon.it/…/889…/ref=asc_df_889161111548622249/…

Poi ho creato un GRUPPO DI STUDIO, per favorire lo scambio di materiali, quiz e informazioni, a cui puoi accedere cliccando sul link seguente:
https://www.facebook.com/groups/134754820598591/?multi_permalinks=159344251472981&notif_id=1510138565167739&notif_t=like

Ho anche organizzato dei CORSI per aiutarti ad acquisire una preparazione robusta in logica, con argomenti svolti online e lezioni in presenza. Per seguire alcuni minuti del corso svolto a Napoli nei giorni scorsi, puoi cliccare sul link seguente:
https://www.facebook.com/gianluca.lisena/videos/10207917863464920/

Le prossime lezioni le terrò a partire da inizio gennaio a Napoli, Roma, Milano, Bari, Lecce, Bologna, Catania e Cosenza: per informazioni o per iscrizioni puoi cliccare sul link seguente:
https://metodocotruvo.com/corsi/corsi-di-logica-2018/

oppure puoi inviare un’email a info@metodocotruvo.it

o telefonare dalle 16:00 alle 19:00 al numero 3497956475. Ci sono ancora alcuni posti disponibili.

You must be logged in to post a comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: